Costruttori di Pace nel mondo

L’associazione Costruttori di Pace dona, dal 2006, kit scolastici ai bimbi senza risorse di Bogotà e dintorni

La gioia negli occhi di questi bimbi è gioia vera, l’espressione dei loro visi è la sincera emozione di chi ha ricevuto dalla vita, dopo tante privazioni, un bel regalo, semplice, utile, gradito, un kit con l’occorrente per studiare e frequentare la scuola. Ed è un’espressione di gioia che emoziona e trasmette gioia.

Sono fiera e felice di partecipare a questo progetto, dell’Associazione Costruttori di Pace di Luino, di Maria Terranova, che comprende il mio libro Dos fabulas para leer y colorear, con i disegni di Jacovitti.

Apprezzare ciò che si ha è indispensabile per creare equilibrio nel proprio animo ed equilibrio nella società. Ragazzi equilibrati saranno adulti felici e costruttivi, adulti sani che si adopereranno per il proprio bene e per il bene degli altri e della società.

Ed è altrettanto deludente guardare, a volte, i visi infelici e insoddisfatti di ragazzi che invece vivono in società dove c’è benessere, dove si ha tutto, ma alla fine è come se non si avesse nulla; perché sempre di più i bambini ed i ragazzi si trovano di fronte a giochi, cellulari, tablet, macchinari tecnologici ma che lasciano poco spazio alla capacità di fantasticare, di sognare, di volare con la fantasia.

Per sviluppare la fantasia e la creatività a volte servono anche i giochi semplici;

Una volta bastava ben poco per sentirsi felici, ad esempio un gioco creato dal nulla, condiviso con gli altri bambini, creato insieme, oppure semplicemente, il contatto con la natura, fondamentale per un buon equilibrio psicofisico dei bambini ma anche degli adulti; Quella natura che bisogna rispettare, amare, vivere, fondamentale per raggiungere la vera felicità nell’animo e nella mente degli esseri umani.

Per sviluppare la fantasia è fondamentale la lettura, il disegno, colorare; leggere un racconto, una favola, i genitori che leggono un racconto ai propri figli; Un racconto fa diventare i bambini, con la fantasia, attori protagonisti ed allo stesso tempo eroi, la fantasia è un privilegio da non sottovalutare.

Quindi torniamo a leggere, a passeggiare nella natura, ad amare se stessi, a rispettare gli altri, a giochi semplici, ad un maggior contatto con la Madre Terra.

Con queste prerogative si potrà innalzare il livello di consapevolezza, di sana curiosità, di felicità dell’intera società, ed evitare così la decadenza negli stili, nel gusto, nel linguaggio, per un mondo migliore sotto tutti gli aspetti.

credits © Lucia spezzano

Foto © Leonardo Valderrama, durante la consegna dei kit scolastici ai bambini senza risorse di Bogotà (Colombia)

La Cascina dei Gobbi

La Cascina dei Gobbi è una favola con un messaggio ben preciso, rivolto a tutti, nessuno escluso, bisogna imparare a rispettare la Natura, per avere un futuro di prosperità e benessere, perché continuando a sfruttare ed a maltrattare l’ambiente questo si ritorcerà contro di noi.

E’ una favola attualissima, che si legge volentieri e che ha già riscontrato l’interesse e l’apprezzamento di tantissimi lettori.

Il libro è nato in collaborazione con la Comunità Operosa Alto Verbano, che ha inserito all’interno un interessantissimo decalogo di buone azioni per l’ambiente ed è edito dalla Casa Editrice Costruttori di Pace.

I disegni, molto belli, sono della bravissima artista emergente Marta Simonetta.

Molto utile per le scuole, per l’insegnamento dell’educazione civica riguardante la sostenibilità ambientale ed è adatto per i bambini ed i ragazzi di tutte le età per il linguaggio semplice ma allo stesso profondo che va dritto al cuore, facendo riflettere e dando speranza.

Sara Pojer illustra Piumetta

La copertina dell’edizione speciale di Piumetta Pettirosso Coraggioso

Da una splendida collaborazione con l’artista Sara Pojer è nata un’edizione speciale del libro di Piumetta Pettirosso Coraggioso. Dopo il fumettista Gianni Chiostri, a disegnare i personaggi della favola, il simpatico pettirosso Piumetta, il taglialegna Cecco, sua moglie Imelde, la figlioletta Annetta, il gatto Gero e tutti i folletti, da Pagnotta a Tolnaj, ci ha pensato l’artista Sara Pojer, con la tecnica moderna ed innovativa del disegno su foto, con il prezioso contributo di Robert Gallmetzer, musicista e cantante del gruppo rock Feline Melinda, appassionato di fotografia.

L’articolo di La Settimana di Saronno

Come anticipato dall’articolo, a firma Paola Di Fonzo, uscito sul settimanale La Settimana di Saronno del 19 febbraio, il libro è uscito nel mese corrente, ed è disponibile sia in formato ebook che in versione cartacea, in tutte le librerie, sia online che tradizionali.

Il Giardino dei Sogni di Cremenaga

Una bella iniziativa di Domenico Rigazzi, Sindaco del comune di Cremenaga e di Luca Pandolfi ed Angela Facente dell’Associazione I Fazzoletti Bianchi, che hanno realizzato, con il contributo di tanti volontari ed artisti, uno spazio dedicato ai bimbi, sopratutto quelli meno fortunati, vittime di violenze, per combattere questa piaga sociale, per non abbassare mai la guardia.

Un piccolo spazio, ma importante e significativo, pieno di arte, colore e gioia, a Cremenaga, cittadina della provincia di Varese, vicino al confine svizzero.

Uno spazio nato con l’idea di combattere le brutture del mondo con la bellezza, con l’arte e con la gioia di vivere.

Sono felice di aver contribuito anch’io con la mia favola, Crisostomo, che fa parte del libro Tredici favole da Raccontare, con l’illustrazione del grande maestro Jacovitti.

Insieme al cartellone, posizionato all’ingresso del giardinetto, ci sono anche dei sassi dipinti, delle poesie trascritte su piastrelle decorate, tante piccole piante, tanto colore e sopratutto tanta attenzione e tanto amore per le cose belle della vita.

Un grazie a tutti.

Lucia Spezzano

La Fondazione La Residenza di Malnate incontra Lucia Spezzano ed il simpatico personaggio Piumetta Pettirosso Coraggioso

Malnate, 5 dicembre 2019

“Incontrare gli ospiti della Fondazione La Residenza di Malnate, una bella struttura immersa nel verde, diretta da Antonella De Micheli, è stata per me un’esperienza molto piacevole ed entusiasmante”, così si è espressa la scrittrice Lucia Spezzano, che ha interagito, per più di un’ora, con numerosi ospiti della struttura e con tante altre persone che hanno voluto essere presenti. Dopo l’accoglienza e l’introduzione da parte di Mia Brighi, l’incontro è proseguito con l’intervento dell’editrice Maria Terranova che ha descritto, brevemente, i  progetti  della casa editrice e le attività benefiche dell’associazione Costruttori di Pace, realizzati nel mondo, correlati alle opere di Lucia Spezzano, che, con semplicità ed in maniera simpatica, ha descritto brevemente, con le illustrazioni di Gianni Chiostri, la storia del pettirosso Piumetta.  

Sono state poi presentati i coloratissimi disegni,  ispirati dalla favola,  creati da Sara Pojer, con la tecnica dell’applicazione su foto.

Sono stati, poi, proiettati dei video, alcuni realizzati da Lucia Spezzano, sul mondo dei piccoli pennuti e su come aiutare questi nostri amici, con le mangiatoie,  durante i periodi più freddi.

Poi c’è stato il gradito intervento di Simona Ghiraldi, assessore del comune di Vedano Olona, che ha parlato di alcuni progetti che potrebbero coinvolgere la favola di Piumetta. Graditissima è stata anche la presenza di Marzia Baroffio, consigliere comunale, sempre molto attenta all’arte ed alla cultura, specialmente se correlata al territorio di Vedano Olona.  

L’incontro è stato certamente proficuo,  Lucia ha interagito simpaticamente con le tante persone presenti e soprattutto con gli ospiti della struttura, che si sono mostrati molto interessati .  Un’escursione, ad ali spiegate, sulla importanza di preservare la natura, la fauna e sul valore dell’amicizia e della buona lettura. L’incontro si è concluso con un rinfresco offerto dalla Fondazione La Residenza. 

Articolo: Giuseppe Politi

Foto: Fondazione La Residenza

Leggere le favole ai bimbi per aprire le porte alla loro fantasia

folletti

Napoleone era solito dire che il destino dei popoli siede sulle ginocchia delle madri, ed io ne sono perfettamente convinta, ed aggiungo che, nella vita, quando incontriamo persone positive, simpatiche o comunque ottimiste e con belle idee, ingegno e fantasia,   ciò non è dovuto solo ad un fattore genetico, ma il più delle volte a qualcosa che si può riassumere in tre parole “cercate la madre”. Mentre quando invece incontriamo persone negative, antipatiche, poco disponibili e più inclini al pessimismo ed all’invidia, piuttosto che all’azione, anche qui potremo constatare, oltre ai caratteri genetici, alcune carenze nel sistema educativo che hanno impedito all’individuo di svilupparsi correttamente ed equilibratamente.

Buona vita a tutti e buone letture!